PERMESSO PER ESECUZIONI LIVE

   
PREMESSE E DEFINIZIONI   
Titolari dei diritti/Mandanti (Autori, Editori, etc...): i titolari dei diritti che, nella loro qualità di autori/compositori, editori, etc…, hanno conferito all’Associazione , anche indirettamente in forza di un accordo di rappresentanza tra quest’ultima e un altro Organismo di Gestione Collettiva o un’Entità di Gestione Indipendente a cui tali titolari abbiano dato mandato o risultino iscritti, l’incarico di gestire i loro diritti di esecuzione musicale dal vivo sulle Opere..  
Diritti: i diritti di esecuzione musicale dal vivo sulle Opere affidati in gestione all’Associazione per la quota di cui i Titolari dei diritti sono legittimati a disporre.   
Opere: i brani musicali che l’artista/band musicale scelta dall’Organizzatore attraverso il Sito seleziona per l’esecuzione dal vivo nell’ambito dell’Evento tra quelli i cui diritti di esecuzione musicale sono gestiti, in tutto o in parte, dall’Associazione.  
Elenco delle Opere: la lista delle Opere compilata a cura dell’artista/band musicale da cui risultano i Titolari dei diritti, nonché la quota effettiva, espressa in centesimi, amministrata dall’Associazione su incarico dei Titolari dei diritti.   
Associazione: l’Organismo di Gestione Collettiva denominato BLUEART, associazione costituita ai sensi del diritto italiano per la gestione e l’intermediazione dei diritti d’autore, con sede in Italia, Viale ............................................., che è legittimato a gestire i Diritti in relazione all’utilizzazione delle Opere in occasione dell’Evento in forza dell’incarico ricevuto, direttamente o indirettamente, dai Titolari dei Diritti.  
Organizzatore dell’Evento: la persona fisica o giuridica che, in qualità di organizzatore dell’Evento e soggetto responsabile dell’utilizzazione delle Opere in occasione dello stesso, richiede all’Associazione il Permesso per l’esercizio dei Diritti.  
Evento: il concerto, lo spettacolo o altro intrattenimento con musica dal vivo indicato dall’Organizzatore sul Sito al momento della richiesta del Permesso.  
Permesso: la licenza per l’esercizio dei Diritti nell’ambito dell’Evento che l’Associazione concede all’Organizzatore in conformità alle seguenti disposizioni.   
Sito: il sito internet gestito dall’Associazione tramite il quale l’Organizzatore richiede all’Associazione il Permesso per l’esercizio dei Diritti nell’ambito dell’Evento.

Il Permesso richiesto dall’Organizzatore all’Associazione sarà soggetto ai seguenti termini e condizioni.   


1 - Permesso

 
1.1 L’Associazione autorizza l’Organizzatore ad esercitare o far esercitare i Diritti di esecuzione delle Opere in pubblico e dal vivo nell’ambito dell’Evento.   
1.2 Ogni diversa forma di utilizzazione, compresi tra l’altro i diritti di riproduzione, fissazione su supporto, modifica, adattamento, traduzione, sincronizzazione con materiale di natura  pubblicitaria, comunicazione al pubblico con qualsiasi mezzo, messa a disposizione del pubblico con modalità tali che ciascuno possa avervi accesso dal luogo e nel momento scelti individualmente, esecuzione pubblica mediante l’impiego di qualunque supporto, distribuzione e noleggio dell’opera e/o di copie dell’opera, deve intendersi espressamente riservata in capo ai Titolari dei diritti sulle Opere ed ai loro aventi causa.  
1.3 Fatto salvo quanto previsto al successivo articolo 4), il Permesso è valido esclusivamente e limitatamente al singolo Evento; resta pertanto vietata l’utilizzazione dei Diritti in qualsiasi forma per manifestazioni diverse dall’Evento o comunque in una data e/o in un locale non corrispondenti a quelli specificati dall’Organizzatore al momento della richiesta del Permesso.  
1.4 Il Permesso non può essere ceduto a terzi senza l’espressa autorizzazione dell’Associazione.  
 

2 - Garanzie e rappresentazioni 

 
2.1 L’Associazione rappresenta e garantisce che:  
- è legittimata a concedere il Permesso all’Organizzatore.  
2.2 L’Organizzatore a sua volta garantisce e rappresenta:  
- di essere il soggetto responsabile per l’organizzazione dell’Evento e lo sfruttamento dei Diritti e delle Opere in occasione dello stesso; - che tutti i dati forniti per l’esatta individuazione dell’Evento nel cui contesto avverrà lo sfruttamento delle Opere sono corretti e veritieri; - che l’utilizzo delle Opere sarà limitato a quanto autorizzato con il Permesso; - che le Opere non saranno mai utilizzate con modalità o in contesti tali da arrecare pregiudizio o danno all’immagine o ai diritti morali dei Titolari dei diritti.  

 

3 - Corrispettivo

 
3.1 A fronte del rilascio del Permesso, l’Organizzatore si impegna a corrispondere all’Associazione il corrispettivo determinato ai sensi delle disposizioni che seguono.  
3.2 Qualora il Permesso richiesto copra il 100% dei diritti di esecuzione musicale sulle Opere da eseguire nell’ambito dell’Evento, l’Organizzatore è tenuto a riconoscere all’Associazione l’importo visualizzato all’interno della dashboard del proprio account sul Sito al momento della compilazione dei dati identificativi dell’Evento; il pagamento deve essere effettuato prima dello svolgimento dell’Evento mediante bonifico bancario, carta di credito, Paypal ovvero con la differente modalità di volta in volta indicata dall’Associazione.   
3.3 Qualora una parte dei diritti di esecuzione musicale sulle Opere da eseguire nell’ambito dell’Evento sia gestita da altri Organismi di Gestione, l’Organizzatore è consapevole che in tal caso per la pubblica esecuzione dal vivo delle Opere è necessaria l’acquisizione dai competenti Organismi della licenza sulle restanti quote di diritti d’autore non gestite dall’Associazione. Per tale motivo, in questo caso il corrispettivo richiesto dall’Associazione è determinato al netto della quota parte di diritti nella titolarità degli altri soggetti interessati alle Opere nelle vesti di autori/compositori ed editori, così come qualsiasi permesso sulle Opere rilasciato dagli altri Organismi competenti dovrà tenere conto della quota dei diritti spettante ai Titolari dei diritti e gestita dall’Associazione.  
In forza di quanto precede, l’Organizzatore si impegna a riconoscere all’Associazione un compenso pari a una quota percentuale dell’importo richiesto dagli altri Organismi competenti a titolo di corrispettivo per il rilascio della propria licenza in relazione al medesimo Evento; la quota percentuale sarà calcolata in funzione della percentuale rappresentata dai Diritti rispetto alla totalità dei diritti sui brani musicali eseguiti nel corso dell’Evento; il corrispettivo sarà liquidato e corrisposto all’Associazione con le seguenti modalità:  
a) l’Organizzatore si impegna a trasmettere all’Associazione, subito dopo l’Evento, tutte le informazioni e gli elementi da inserire nel modello sulla cui base l’altro Organismo competente in relazione all’Evento liquida il proprio compenso; l’Associazione provvederà quindi alla liquidazione del corrispettivo ad essa spettante nella misura percentuale sopra indicata, provvedendo all’emissione della relativa fattura che dovrà essere immediatamente saldata dall’Organizzatore a mezzo bonifico bancario ovvero con le differenti modalità di volta in volta concordate tra le Parti; una volta effettuato tale pagamento, l’Organizzatore presenterà all’altro Organismo competente il modello per la liquidazione del compenso, unitamente ai seguenti documenti: a) il Permesso con l’Elenco delle Opere; b) la fattura quietanzata dall’Associazione; c) l’eventuale limitazione del mandato precedentemente conferito dai Titolari dei diritti ad altro Organismo di Gestione Collettiva o Entità di Gestione Indipendente. Sulla base di tali documenti, l’Organizzatore rappresenterà all’altro Organismo competente l’esigenza che la liquidazione del compenso avvenga al netto di quanto già corrisposto all’Associazione; b) in alternativa a quanto previsto alla precedente lettera a), nel solo caso in cui per l’organizzazione dell’Evento l’altro Organismo eventualmente competente richieda il pagamento di un importo forfetario, l’Organizzatore trasmetterà senza ritardo all’Associazionea ricevuta dell’acconto versato a tale Organismo prima dell’Evento; su tale base l’Associazione provvederà a determinare il proprio corrispettivo in conformità al criterio sopra indicato e ad emettere la relativa fattura che dovrà essere immediatamente saldata dall’Organizzatore a mezzo bonifico bancario ovvero con le differenti modalità di volta in volta concordate tra le Parti; al momento del saldo di quanto dovuto all’altro Organismo, l’Organizzatore presenterà a quest’ultimo: a) il Permesso con l’Elenco delle Opere; b) la fattura quietanzata dall’Associazione; c) l’eventuale limitazione del mandato precedentemente conferito dai Titolari dei diritti ad altro Organismo di Gestione Collettiva o Entità di Gestione Indipendente. Sulla base di tali documenti, l’Organizzatore rappresenterà all’altro Organismo competente l’esigenza che la liquidazione del compenso avvenga al netto di quanto già corrisposto all’Associazione; c) qualora l’Organizzatore entro 10 giorni dall’Evento ometta di comunicare all’Associazione i dati, le informazioni e i documenti necessari alla determinazione del compenso ad essa dovuto ai sensi delle disposizioni che precedono, l’Organizzatore sarà tenuto a corrispondere all’Associazione l’importo forfettariamente determinato di Euro 1.000, da versarsi mediante bonifico bancario ovvero con le differenti modalità di volta in volta indicate dall’Associazione, previa emissione della relativa fattura da parte di quest’ultima.  
 

4 - Variazioni e cancellazione dell’Evento  

4.1 Qualsiasi variazione significativa in ordine alle modalità di svolgimento dell’Evento, ivi compresi il luogo e la data, dovrà essere comunicata per tempo all’Associazione per ottenerne la preventiva approvazione.  
4.2 Il silenzio dell’Associazione non potrà considerarsi come tacita approvazione.  
 

5 - Clausola risolutiva espressa  

5.1 In caso di informazioni false o incomplete sull’Evento ovvero di violazione degli obblighi previsti a carico dell’Organizzatore ai sensi del precedente articolo 3), l’Associazione potrà risolvere il Permesso mediante una semplice comunicazione scritta indirizzata all’Organizzatore; eventuali somme nel frattempo corrisposte dall’Organizzatore saranno trattenute dall’Associazione a titolo di penale, fatto salvo il diritto al risarcimento del maggior danno.  
5.2 A seguito dell’intervenuta risoluzione, l’eventuale utilizzo dei Diritti dovrà intendersi come non autorizzato e potrà comportare la commissione di un illecito penale, anche ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 171, lett. b) della Legge sul diritto d’autore (Legge 22 aprile 1941, n. 633).  
 

6 - Controlli   

 

6.1 L’Organizzatore si impegna a consentire all’Associazione o ai suoi incaricati di accedere gratuitamente nei locali in cui si svolge l’Evento per verificare che l’utilizzo delle Opere avvenga in conformità alle prescrizioni contenute nel Permesso.  
7 – Perfezionamento del Permesso  

 

7.1 Il Permesso si ha per concesso al momento dell’accettazione delle presenti condizioni generali da parte dell’Organizzatore mediante una delle seguenti modalità:  
a) prima dell’accettazione, attraverso la dashboard del Sito l’Organizzatore visualizza il testo del Permesso e, nell’ipotesi sub art. 3.2), l’importo da corrispondere all’Associazione a titolo di corrispettivo. Sino al momento dell’accettazione, l’Organizzatore può liberamente modificare le informazioni fornite in ordine all’Evento. b) restituendo all’Associazione una copia della presente proposta sottoscritta, in segno di integrale accettazione del suo contenuto, dal legale rappresentante dell’Organizzatore o da altra persona munita dei necessari poteri di firma per impegnare validamente l’Organizzatore; c) manifestando la propria volontà di accettare le condizioni generali del Permesso per fatti concludenti, attraverso la pubblica esecuzione dal vivo delle Opere nell’ambito dell’Evento; in questo caso, il Permesso si intenderà concluso nel momento in cui l’Associazione avrà notizia della suddetta esecuzione.  
7.2 A seguito del perfezionamento del Permesso, l’Associazione farà inoltre avere all’Organizzatore: a) una copia del Permesso da conservare a cura dell’Organizzatore e le informazioni per effettuare il pagamento; b) la fattura c) l’Elenco delle Opere; d) ove applicabile, copia del documento contenente la limitazione dal mandato esercitata dai Titolari dei diritti in vista del conferimento del mandato direttamente all’Associazione ovvero al diverso Organismo o all’Entità con cui l’Associazione abbia un apposito accordo di rappresentanza.   
7.3 Dopo il perfezionamento del Permesso, l’Organizzatore non può più recedere dall’accordo, anche in caso di cancellazione dell’Evento, restando in quest’ultimo caso comunque dovuto il corrispettivo determinato, a seconda dei casi, ai sensi dei precedenti artt. 3.2) o 3.3), lett. c).  
 

8 - Legge applicabile e foro competente  

 

8.1 Il Permesso è regolato dalla Legge italiana.  
8.2 In caso di controversie sul rilascio, l’interpretazione, la validità, l’efficacia e/o la risoluzione del Permesso sarà competente a giudicare il Foro di Milano con l’espressa esclusione di qualsivoglia altro foro eventualmente competente per legge a conoscere la medesima controversia.  
 

9 - Nullità o inefficacia parziale  

 

9.1 La nullità parziale, così come l’inefficacia e/o l’inopponibilità di una o più clausole del Permesso non determineranno la nullità assoluta ovvero l’inefficacia dell’intero accordo che continuerà ad essere valido ed efficace per la restante parte.  
9.2 L’eventuale clausola nulla, inefficace o inopponibile potrà essere sostituita da una nuova clausola negoziata in buona fede tra le Parti, facendo salvi ove possibile il senso e gli effetti della clausola da sostituire.  
9.3 In caso di perfezionamento del presente contratto per fatti concludenti a norma di quanto previsto dall’articolo 7.1, lettera c), le previsioni di cui agli articoli 1341 e 1342 c.c. richiamate in calce non troveranno applicazione ove vessatorie. Il Permesso, tuttavia, sarà regolarmente efficace in relazione a ogni altra sua previsione.    
 

10 – Varie  

 

10.1 Le premesse e le definizioni formano parte integrante del Permesso.  
10.2 Il Permesso si intende integrato dalle informazioni fornite dall’Organizzatore mediante la dashboard del proprio account sul Sito al momento della richiesta del Permesso.

Per accettazione  L’Organizzatore 

   
Ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 1341 e 1342 del codice civile, l’Organizzatore dichiara di aver letto con attenzione e di approvare espressamente le seguenti clausole del Permesso: 7.4 – divieto  di recesso e cancellazione Evento; 8 - Legge applicabile e foro competente.  
Per accettazione ai sensi degli artt. 1341 e 1342 c.c.
L’Organizzatore  
L’uso dei proventi non distribuibili è deciso dall’Assemblea ai sensi dell’articolo 8.2, lettera e) dello Statuto al fine di finanziare attività sociali, culturali ed educative ad esclusivo beneficio dei titolari dei diritti.
Procedure di reclamo e di risoluzione delle controversie
Gli Associati possono chiedere al Consiglio di Amministrazione di riesaminare le decisioni che li riguardino direttamente in materia di: gestione dei diritti, revoca o limitazione del mandato, adesione, detrazioni e distribuzione dei proventi.
Il riesame può essere richiesto per iscritto entro 20 giorni dalla comunicazione della decisione.
Il Consiglio decide con provvedimento motivato entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta di riesame; il termine resta sospeso nel caso in cui il Consiglio chieda all’interessato informazioni e documenti necessari o utili per la decisione e ciò fino a quando tali informazioni e documenti non vengano forniti.
Contro tutte le decisioni assunte, ai sensi dello Statuto, dal Consiglio di Amministrazione nei confronti di uno o più Associati, è inoltre ammesso reclamo scritto, entro 20 giorni dalla relativa comunicazione, al Presidente del Consiglio di Sorveglianza che decide in conformità alla Legge ed allo Statuto entro 45 giorni dalla ricezione, fornendo i chiarimenti necessari e un’adeguata motivazione della propria decisione, nonché, se del caso, adottando le misure opportune per far venir meno le ragioni della doglianza.
In ogni caso, resta ferma la cognizione delle sezioni specializzate in materia d’impresa prevista dal decreto legislativo 27 giugno 2003, n. 168 per tutte le controversie aventi ad oggetto i diritti d’autore disciplinati dalla Legge 22 aprile 1941, n. 633.

© 2017 by Blue Art

P.zza Leopardi n.2 - Osimo (AN)

P. IVA 02782320424

PEC: blueart.ancona@pec.it

  • Instagram Social Icon
  • w-facebook